L'email compie 41 anni. E non li dimostra

L'email ha compiuto 41 anni. Fu inventata nel 1971 dall'olandese Raymond "Ray" Tomlinson e perfezionata nel 1972 dall'informatico statunitense Jon Postel.

L'email ha compiuto 40 anni40 anni e non li dimostra. C'è ancora tanta gente, specie se più in là con l'età, che non la usa. Si tratta dell'email... della posta elettronica.

Uno strumento fondamentale per comunicare con gli altri, per inviare documenti, per scambiare foto, per lavorare. L'email ha sicurametne contribuito all'evoluzione e al cambiamento del modo di vivere la quotidianità. La posta elettronica, a livello sociale, è certamente una delle invenzioni più importanti del secolo scorso.

Tecnicamente equivale alla posta ordinaria. Attivando una PEC (posta elettronica certificata) si possono inviare email con valore legare equiparabili ad una raccomandata con avviso di ricevimento.

L'email è stata creata nel 1971L'email è uno strumento internet (non è web). Fu inventata dall'informatico olandese Raymond "Ray" Tomlinson nel 1971 e perfezionata l'anno successivo dal grande informatico Jon Postel (scomparso nel 1998).

Il primo messaggio inviato via email pare sia stato un testo senza senso... "qualcosa tipo QWERYUIOP" (ma anche ASDFGHJKL... per dire).

Da quando è diventata strumento di marketing, però, l'email - la nostra casella di posta elettronica - è stata riempita di posta indesiderata: di SPAM. Ma da dove nasce il nome Spam? Da uno sketch dei famosi comici inglesi del gruppo Monty Python in cui la spam era una carne che non voleva nessuno... indesiderata per l'appunto come certa posta che intasa le nostre caselle ogni giorno.

Negli ultimi anni l'email, come mero strumento per tenersi in contatto con gli amici, è stata soppiantata dai social forum che offrono maggiori possibilità comunicative e di condivisione.

 

Master


Curiosità: il video dei Monty Python su Youtube in cui si usa la parola spam (sottotitoli in italiano)