Facebook e la tragedia di Subiaco

La tragedia di Subiaco colpa di Facebook. Ecco l'ultima sciocchezza dei media.

Diciamolo subito e in modo chiaro: Facebook molto probabilmente non c'entra. La tragedia di Subiaco (carabiniere uccide alla figlia, ne ferisce un'altra e si suicida) nulla ha a che fare con il computer. Non si uccide la propria figlia e non ci si suicida perché la ragazzina usa troppo Facebook. E' una tesi che non regge.

E' assolutamente palese che i motivi di tale gesto debbano essere cercati in altro ambito.

Tanti media italiani hanno riportato una ricostruzione: il padre avrebbe sparato alle figlie a causa del troppo tempo trascorso davanti al pc e per le foto pubblicate sui loro profili Facebook.

Non si uccide la propria figlia per questo: basta vietarle di usare il pc... basta, se necessario, metterla in punizione ma i giornalisti italiani - quando devono affrontare tematiche legate in qualche modo alla tecnologia e all'informatica - spesso vanno nel pallone e scrivono articoli davvero grotteschi.

Basterebbe riflettere un po' e magari conoscere meglio le regole di uso dei social forum.

Master

No Spam


Web4raw non invia via email offerte di lavoro o, ad ogni modo, email di spam. Se ricevete email indicanti il nostro dominio non rispondete: non siamo noi ad inviarle. Se volete contattarci usate il form contatti di questo sito. Grazie.


Vietato copiare gli articoli di Web4raw. Google penalizza i contenuti duplicati.

Web4Raw è un blog personale | Copyright © 2010-2021. All Rights Reserved to Web4Raw. Riproduzione riservata


Privacy Policy Cookie Policy