Seo Certificato

Il master di Web4raw è SEO certificato

Area utenti

Iscriviti a Web4Raw commenta gli articoli e ricevi la newsletter.Gli utenti non iscritti non potranno accedere ad aree, e servizi, riservate del sito.

Informativa Cookies

Chi è online

Abbiamo 16 visitatori e nessun utente online

Words on Mud

Google: via i pop-up "interstitial" dai siti mobile


Il 10 gennaio 2017 Google ha diffuso l'algoritmo contro i pop-up che si aprono prima dei contenuti quando l'utente accede ad una pagina di sito dopo aver effettuato una ricerca su Google.


Esempio di interstitial penalizzatoPop-up che Google penalizza sul mobileAncora un pop-up penalizzato su sito mobileGoogle dichiara guerra ai tanto odiati pop-up. E lo fa, ovviamente, a quelli che occupano gran parte dello schermo di uno smartphone. 

L'indice primario Mobile sarà utilizzato a breve per cui giorno dopo giorno ci saranno modifiche da apportare ai siti.

La campagna contro i pop-up "interstitial" è iniziata da diversi mesi ma solo dal 10 gennaio 2017 detti pop-up provocheranno la penalizzazione del sito web. Sarà penalizzata solo la versione mobile del sito e non quella desktop. Se il sito è responsive è probabile che la penalizzazione sarà riportata solo sull'indice mobile (che però sarà presto il primario) per cui togliete i pop-up.

Questo perché i banners, troppo spesso, coprono i contenuti (o li oscurano) in maniera "Above the fold". Sappiamo tutti, invece, che è fondamentale tenere i contenuti in bella vista: devono essere sempre consultabili dall'utente e dal crawler di Google.

Del resto nessun utente accede a Google per cercare una nuova newsletter a cui iscriversi e molti di questi pop-up invitano a iscriversi per ottenere "vantaggi" (sconti, offerte). 

Da evitare come la peste i pop-up "push down" ossia quelli con lo scroll verso il basso e il pulsante "clicca per leggere i contenuti".

Trovarsi davanti questi pop-up, però, su mobile non è il massimo dell'usabilità per cui in Google hanno deciso di penalizzarli.

Discorso diverso per alcuni pop-up che possono essere utilizzati purché non si occupi - consiglio mio - gran parte dello schermo:

  1. pop-up di login
  2. pop-up di verifica dell'età
  3. banner per la cookie policy o comunicazioni di legge obbligatorie.
Si tratta di tre esempi di pop-up che non provocheranno penalizzazioni (almeno per adesso). A darmi conferma di questo sono due portavoce di Google a cui ho scritto direttamente per cui non ci saranno problemi. 

Esempio di pop-up non penalizzato dal nuovo update di GoogleUn altro tipo di banner non penalizzatoBanner per "installazione app": non penalizzato La seconda fila di immagini mostra proprio tre tipi di pop-up che non saranno penalizzati da Google.

Ricordatevi che i pop-up diventano un fattore negativo per il ranking del sito

Questo aggiornamento non sarà un qualcosa di momentaneo ma rimarrà attivo nel tempo. 

La battaglia ovviamente si estende a tutti quei sistemi (ovvio - non solo pop-up) che bloccano o limitano la transizione dal risultato di ricerca di Google alla pagina del sito trovata mediante la query. Sopratutto se il sistema adottato blocca l'intento di navigazione dell'utente.

Gabriele B. Fallica
Master




Fonte immagini: Google Webmaster blog

AddThis Social Bookmark Button

Comunicazione

No Spam


Web4raw non invia via email offerte di lavoro o, ad ogni modo, email di spam. Se ricevete email indicanti il nostro dominio non rispondete: non siamo noi ad inviarle. Se volete contattarci usate il form contatti di questo sito. Grazie.


Vietato copiare gli articoli di Web4raw. Google penalizza i contenuti duplicati.


      Web4raw è anche su Virbuzz.com    


Assud | Words on Mud | Conversazioni con Fernanda Pivano | Social Bookmarking | Google+

Web4Raw è un blog personale | Copyright © 2010-2017. All Rights Reserved to Web4Raw. Riproduzione riservata

x

ASPETTA!
.
GOOGLE CAMBIA L'INDICE PRIMARIO!
.
I siti web devono essere responsive
o avere una versione mobile!
.
Il tuo sito è pronto per il nuovo cambiamento?
.
Chiedi l'audit gratuita del tuo sito!
.
x
Il canale Youtube di Web4Raw
Guarda i video di Web4Raw
SalvaSalva