Seo Certificato

Il master di Web4raw è SEO certificato

Area utenti

Iscriviti a Web4Raw commenta gli articoli e ricevi la newsletter.Gli utenti non iscritti non potranno accedere ad aree, e servizi, riservate del sito.

Leggi l'informativa privacy e cookie. Le trovi a fondo pagina nel footer.

Chi è online

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online

Words on Mud

Google: un nuovo algoritmo in preparazione


Un documento relativo ad un algoritmo di Google semina il panico nel mondo SEO.


Google vuole fatti e contenuti di qualitàI links da altri siti verso il nostro sono sempre meno importanti. Da mesi ormai Google sta inseguendo Yandex (motore di ricerca russo che ha eliminato i backlinks dai segnali per il posizionamento) senza riuscirci. 

Big G ha effettuato un bel po' di test sui links e talvolta i valori di backlinks sono spariti da tools vari che promettono meraviglie ai SEO di mezzo mondo.

Il nuovo algoritmo di Google, in fondo, non fa altro che unire l'importanza  che da sempre hanno i contenuti, con l'importanza sempre maggiore della semantica e dei significati al fine di restituire SERP pertinenti con le query degli utenti.

L'evoluzione presentata di recente è una stima probabilistica che consenta all'algoritmo di individuare fatti reali ossia informazioni verificate, precise, puntuali anche in relazione al link (e all'anchor text) che le diffonde. Potrebbe dirsi, infatti, che oltre alla qualità di un testo si dovrà stare attenti a non fare "link baiting") ed evitare anchor text che poco hanno a che fare con il reale contenuto delle pagine.

Che Google sia già in grado di fare una cosa del genere o se si sia in presenza dell'inizio della ricerca, non è dato sapere. Di certo gli ingegneri ci stanno lavorando.

E' anche vero che il "link baiting"  - come spesso si trova nei social network - è una tecnica odiosa, fuorviante, deludente (dopo il click sul link si atterra su una pagina che disattende le aspettative degli utenti). Un modo non molto professionale di attrarre traffico verso il sito di un cliente che rischia, nelle KPI, di veder crescere in modo esagerato la frequenza di rimbalzo.

La pagina di atterraggio o di destinazione di un link deve proporre contenuti interessati e a tema con il link e l'anchor text. Ciò in particolar modo se ci si aspetta la condivisione virale del link da parte di molti utenti e lettori. Se si promette all'utente che clicca il link un dato contenuto, è bene che sia presente nella pagina linkata.

Tutti gli articoli di un blog, ogni prodotto di uno shop online possono essere "link bait". Che siano, però, link e pagine di qualità.

Master






AddThis Social Bookmark Button

Comunicazione

No Spam


Web4raw non invia via email offerte di lavoro o, ad ogni modo, email di spam. Se ricevete email indicanti il nostro dominio non rispondete: non siamo noi ad inviarle. Se volete contattarci usate il form contatti di questo sito. Grazie.


Vietato copiare gli articoli di Web4raw. Google penalizza i contenuti duplicati.


      Web4raw è anche su Virbuzz.com    


Assud | Words on Mud | Conversazioni con Fernanda Pivano | Social Bookmarking | Google+

Web4Raw è un blog personale | Copyright © 2010-2018. All Rights Reserved to Web4Raw. Riproduzione riservata

Privacy Policy Cookie Policy

x
Il canale Youtube di Web4Raw
Guarda i video di Web4Raw
SalvaSalva