Seo Certificato

Il master di Web4raw è SEO certificato

Area utenti

Iscriviti a Web4Raw commenta gli articoli e ricevi la newsletter.Gli utenti non iscritti non potranno accedere ad aree, e servizi, riservate del sito.

Informativa Cookies

Chi è online

Abbiamo 39 visitatori e nessun utente online

Words on Mud

Marchiori ha lasciato la direzione tecnica di Volunia

Massimo Marchiori lascia la direzione tecnica di Volunia, il metalivello tra sociale e motore di ricerca.

 

Volunia non deve essere l'antiGoogle. Marchiori l'ha sempre detto e forse non è stato mai ascoltato. E così lo scienziato padovano ha lasciato la direzione tecnica del progetto inviando una lettera aperta al Sole24Ore e ad una rivista del settore informatico.

Marchiori, che ha contribuito alla realizzazione di Google, ha preso la sua decisione: non darà più il suo contributo tecnico a Volunia. Nessun algoritmo, nessuna manutenzione, nessuna modifica al codice scritto di suo pugno.

Ci tiene a specificare - nella lettera - che lui non è "l'amministratore delegato" per cui le decisioni sono prese da altri.

"Una direzione tecnica - scrive Marchiori (e su questa tornerò a fine articolo, ndm) dovrebbe realizzare in completa autonomia le proprie idee innovative, nella maniera migliore ed il più efficientemente e rapidamente possibile. Così sarebbe ovviamente dovuto essere. Ma non è andata così, ed i risultati si sono visti."

Quale era il progetto di Marchiori lo ha spiegato lui stesso: "Il nome in codice era metamaps, e la comprensione di tutto sta nel nome, appunto: meta. Un metalivello, perché è questa la chiave: essere su di un livello superiore, e riusare l'informazione presente nei livelli sottostanti. I motori di ricerca sono stati il primo esempio di metalivello di successo, rispetto al Web. Metamaps doveva andare oltre, essere il "livello 2" e quindi stare sopra al web ed anche ai motori. Fare un motore di ricerca proprietario è tutt'altra cosa che necessita di tempo e risorse completamente dedicate, ed ha alti gradi di difficoltà: e non si possono voler fare insieme tutte e due le cose".

"Lascio la direzione tecnica di Volunia perché qualcun altro vuole farla al posto mio. Vuole poter decidere tutto, senza di me. E si è quindi sostituito alla mia posizione, intimandomi di farmi da parte. Di fronte a questo io sono rimasto esterrefatto. Qualcuno ha pensato che dopo tutti questi anni, lavoro e sacrifici, l'infrastruttura del progetto è pronta a partire, ora ci si può sostituire a chi ha ideato e creato questo progetto".

Queste le argomentazioni salienti prodotte da Marchiori.

Nel suo progetto, evidentemente, da scienziato o sognatore (talvolta è lo stesso) ha dimenticato una cosa che la maggior parte della gente non dimentica mai: i soldi, il profitto. E così si è scontrato probabilmente con una realtà diversa. Non dico sbagliata. Dico diversa. Sì diversa dalla sua, da quella di un uomo che voleva soltanto innovare e farlo in Italia.

E' la storia di tanti informatici chiamati a creare o risollevare le sorti di aziende.

E' stata un po' anche la mia storia. Chiamato - è accaduto qualche anno fa - di gran carriera (con somma urgenza, a gestire il web marketing di un'azienda sul rischio del fallimento per ammissione degli stessi proprietari.

Azienda risollevata e che, in un periodo di crisi difficile, cominciò a vendere servizi web e a produrre fatturato insperato... forse mai sognato.

Risultato di questo personale successo? Tutto pronto, tutto funziona, i servizi sono pronti, venduti e vendibili, il web marketing cominciò a diventare "un peso".

Il titolare dell'azienda, per mesi quasi un amico, a lavoro ultimato e azienda salva  si ritrasformò di nuovo il "padrone".

Fui chiamato con urgenza. Anticipai le dimissioni dalla grande azienda web per cui lavoravo di un mese intero (rinunciando ad un contratto a tempo indeterminato). Il nuovo titolare, quello che si comportò da amico quando aveva bisogno - evidentemente -, mi promise mari e monti. La garanzia delle sue promesse fu una frase: "la mia parola vale più di una firma su un contratto".

Rimasi un co.co.pro. per mesi e poi cambiai lavoro. Le promesse del capo? Chiacchiere. Alla fine voleva fare tutto lui pur non conoscendo le dinamiche del web, non sapendo programmare, non sapendo interpretare le statistiche.

Marchiori, io posso capirlo.

 

Master

 

Link: la lettera di Marchiori al Sole24Ore

Link: Volunia, motore di ricerca sociale

 

AddThis Social Bookmark Button

Comunicazione

No Spam


Web4raw non invia via email offerte di lavoro o, ad ogni modo, email di spam. Se ricevete email indicanti il nostro dominio non rispondete: non siamo noi ad inviarle. Se volete contattarci usate il form contatti di questo sito. Grazie.


Vietato copiare gli articoli di Web4raw. Google penalizza i contenuti duplicati.


      Web4raw è anche su Virbuzz.com    


Assud | Words on Mud | Conversazioni con Fernanda Pivano | Social Bookmarking | Google+

Web4Raw è un blog personale | Copyright © 2010-2018. All Rights Reserved to Web4Raw. Riproduzione riservata

x

ASPETTA!
.
GOOGLE CAMBIA L'INDICE PRIMARIO!
.
I siti web devono essere responsive
o avere una versione mobile!
.
Il tuo sito è pronto per il nuovo cambiamento?
.
Chiedi l'audit gratuita del tuo sito!
.
x
Il canale Youtube di Web4Raw
Guarda i video di Web4Raw
SalvaSalva