PHOTOWHOA ADV

Trasforma le tue foto in opere d'arte

Seo Certificato

Il master di Web4raw è SEO certificato

Area utenti

Iscriviti a Web4Raw commenta gli articoli e ricevi la newsletter.Gli utenti non iscritti non potranno accedere ad aree, e servizi, riservate del sito.

Leggi l'informativa privacy e cookie. Le trovi a fondo pagina nel footer.

Chi è online

Abbiamo 26 visitatori e nessun utente online

Words on Mud

Wikileaks sbaraglia i media del pianeta

Julian Assange e il suo sito Wikileaks hanno messo sotto scacco le diplomazie di mezzo mondo e i media più importanti del pianeta.

Julian Assange sui media italiani viene definito come un hacker. Il suo sito - su cui sono stati pubblicati i compromettenti rapporti delle ambasciate americane - pure. Sciocchezze impressionanti.

Spieghiamo subito ai nostri lettori ma anche ai giornalisti italiani, sempre in ritardo sulle notizie relative alla tecnologia e ad internet, che Assange non è un hacker. Che un sito non è un "hacker"... un sito al massimo, può essere attaccato da un hacker che cerca di carpirne i segreti o per danneggiarlo e magari farlo chiudere.

Esattamente quanto accade a Wikileaks che viene attaccato dagli hacker governativi affinché non possa più diffondere notizie "scomode" per il potere. Wikileaks, dunque, non è un sito hacker ma un sito attaccato da hacker. Differenza enorme che, però, i media italiani ignorano paurosamente.

Assange potrebbe, invece, essere considerato un ottimo giornalista che ha messo le mani su documenti scottanti e che ha avuto il coraggio di pubblicarli. A lui dovrebbero dare un premio poiché non deve e non può preoccuparsi il giornalista di ciò che pubblica. Deve preoccuparsi anche il politico quando va a puttane o organizza festini con minorenni. Se mezzo mondo disprezza un politico così la colpa non è del giornalista. E' solo del politico.

Pur di far tacere Assange saltano fuori - ma non ci crede nessuno - accuse varie da vari stati tra cui, guarda il caso, quella odiosa di stupro. Quando si vuol infangare una persona e la si vuol "sputtanare" la prima accusa che salta fuori è sempre quella di stupro. Garantito.

La verità è che internet fa sempre paura alla politica. Il Web è libero e praticamente gratuito e le informazioni circolano. Stanno cercando in tutti i modi di diffondere le APPS, le applicazioni per i nuovi sistemi come smartphone e tablet pc, ma è anche un modo per limitare la libertà di circolazione delle idee... un modo per "assassinare" in modo pulito il web che è praticamente libero e incontrollabile.

Master

Aggiornamento del 4/12/2010: gli hacker governativi sono riusciti, come in una vera caccia all'uomo stile far-west, a "chiudere" wikileaks.org. Il sito passa cerca rifugio in Svizzera a quanto pare e diventa per il momento www.wikileaks.ch

AddThis Social Bookmark Button

AMP pages - SEO mobile

Creazione pagine AMPNon sai come creare pagine AMP sul tuo sito?
Contatta lo staff di Web4RawSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

Comunicazione

No Spam


Web4raw non invia via email offerte di lavoro o, ad ogni modo, email di spam. Se ricevete email indicanti il nostro dominio non rispondete: non siamo noi ad inviarle. Se volete contattarci usate il form contatti di questo sito. Grazie.


Vietato copiare gli articoli di Web4raw. Google penalizza i contenuti duplicati.


      Web4raw è anche su Virbuzz.com    


Assud | Words on Mud | Conversazioni con Fernanda Pivano | Social Bookmarking | Google+

Web4Raw è un blog personale | Copyright © 2010-2019. All Rights Reserved to Web4Raw. Riproduzione riservata

Privacy Policy Cookie Policy

x
Il canale Youtube di Web4Raw
Guarda i video di Web4Raw
SalvaSalva