Cloud: le autorità USA possono spiare e copiare i dati


Cloud? Ma siam pazzi? Non usate i cloud per conservare documenti importanti.


Il consiglio è sempre quello: non usate cloud per conservare dati importanti. E' vero che possono essere comodi per avere sempre e dovunque documenti utili però è anche vero che le autorità (leggi "Governi") possono intercettare, spiare i contenuti delle nuvolette e copiarli. Non conservate mai in un cloud informazioni su campagne politiche o ambientali... in particolar modo se riguardano gli Stati Uniti.

E' la nuova "era della sorveglianza cloud" riporta la BBC News. Un esperto di privacy, infatti, ha spiegato come il "Foreign Intelligence Surveillance Act Amendment Act (FISAAA)" consente alle autorità statunitensi di spiare i dati conservati su sistemi cloud.

Il FISAAA "consente la sorveglianza puramente politica", in modo che chiunque abbia informazioni memorizzate in materia di politica estera sugli Stati Uniti potrebbe essere interesse degli Stati Uniti.

La FISAAA è stato originariamente redatto nel 2008, ed è stato recentemente rinnovato fino al 2017. Alla legislazione vigente è stata aggiunto ciò che riguarda il cloud computing, come sistema di memorizzazione dei dati.

A poter essere controllati sono, infatti, anche i cittadini europei che lavorano per aziende statunitensi o che usano cloud i cui provider hanno sede in USA.

Gli Stati Uniti, secondo l'esperto Caspar Bowden, spiano dati esterni da tempo: in questo modo però "accedono direttamente ai data center".

Personalmente non credo che userò mai un cloud o un drive di Google.


Master









AddThis Social Bookmark Button
x
Il canale Youtube di Web4Raw
Guarda i video di Web4Raw
SalvaSalva